La Missione

Vivere il Morire è il tentativo di guardare alla morte e al morire con altro sguardo. La morte è un evento misterioso ed ineluttabile, ma non è l’opposto della vita. È un passaggio della vita stessa. Vorremmo quindi offrire strumenti di conoscenza per sostenere chi deve affrontare tale “passaggio”; sia per noi stessi che per le persone che ci stanno a cuore. Ci sono tantissime esperienze, riflessioni, strumenti, studi, consulenti e realtà sociali, scientifiche, culturali, spirituali di ogni genere, che possono aiutarci in questo senso.

Spiritualità in cure palliative.

Le Cure Palliative iniziano nel momento in cui si comprende che ogni malato ha la sua storia personale, specifiche relazioni e cultura e che merita rispetto in quanto individuo unico.

Dialogo inter-religioso.

Abbiamo chiesto a chi pratica le principali religioni quali sono le attenzioni che gli operatori sanitari, le istituzioni ed i semplici cittadini dovrebbero avere nei loro confronti quando devono affrontare la malattia grave, la morte e il lutto.

Vedere oltre.

Quali sono i sogni, i desideri, le tradizioni e le visioni rispetto a un Oltre? Abbiamo voluto che a raccontarle fossero direttamente coloro che vivono in quelle specifiche realtà religiose.

Il soffio dello spirito.
Morte, morire e spiritualità.

La dimensione profonda, invisibile e misteriosa di un essere umano è qualcosa di essenziale. L’approssimarsi della morte apre interrogativi fondamentali sul senso della vita, dell’esistere e del mistero.

Accompagnamento nel lutto.  Spiritualità ed umanità.

Chi vive un periodo di lutto troppo spesso deve fare i conti soltanto sulle proprie risorse e capacità psicologiche, poiché sono venuti a mancare l’appoggio della comunità, delle istituzioni, così come dei network sociali e culturali.

Le Scelte.
Questioni giuridiche di fronte alla morte.

Questa sezione del portale si propone di fornire informazioni e riflessioni, inquadrate dal punto di vista giuridico, su concetti che, propri della bioetica in ordine alla fine della vita, stanno caratterizzando anche il lessico comune.

L’ultimo saluto.
Riti e rituali funebri.

In tutte le culture conosciute, il recepimento, anche dal punto di vista formale, dei riti funebri, rende concordi antropologi, sociologi e teologi nel ritenere la positività della funzione del rituale, attraverso cui i valori vitali della comunità si fortificano e si concretizzano.

Parliamone con i bambini.
Accompagnamento umano e spirituale.

È possibile parlare della morte ai bambini? Esiste un modo giusto per farlo? Come si può dare sostegno a un bambino e alla sua famiglia di fronte alla travagliata esperienza della malattia e della morte e del lutto?

Con altro sguardo. La morte nella letteratura, nell’arte, nel cinema e nella poesia.

Leggere una storia (spesso reale), osservare un quadro o una fotografia, ci aiuta ad avvicinarci al dolore della malattia e al mistero della morte.

Accompagnare. Cosa sapere, cosa fare.

Nella malattia, nella sofferenza, nelle situazioni di crisi e ancor più nell’approssimarsi della morte uno dei termini chiave è “accompagnare”. Farsi compagno di viaggio.

La morte e il morire. Antropologia e tanatologia.

In Italia, per ragioni storiche e culturali, è sempre stata sottovalutata l’importanza di una riflessione laica e professionale sull’assistenza psicologica da fornire al paziente grave o morente.

La ricerca di senso. La filosofia di fronte alla morte.

La sezione conterrà riflessioni, resoconti di ricerca, articoli, etc. sui significati filosofici che accompagnano e interrogano la dimensione spirituale della Tanatologia.